“TALITA KUM”

“… Fanciulla, io ti dico alzati…”

Un reportage sui medici in Africa, una storia che a modo suo racconta la resurrezione ai giorni nostri.

Resurrezione perché dopo l’operazione queste persone “rinascono” e iniziano una nuova vita.

Hanno finalmente una seconda opportunità.

Loro che con umiltà, dopo la guarigione, guardano questi dottori negli occhi e gli chiedono :

” Perché fate questo per me che non valgo niente?”

Questi medici in sala operatoria sembrano pronunciare ” Talità Kum “, come Gesù quando riporto alla vita la giovane figlia di Giairo, che giaceva morta nella casa del capo della Sinagoga.

A voi un anticipazione di questa storia con l’ immagine che più mi è rimasta impressa durante quest’ esperienza.

Come Cristo in croce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *