FRONTERAS

FRONTERAS parla di confini.

Fronteras

Un popolo, quello cubano che è chiuso in un micro mondo invalicabile. Non si può uscire dalla povertà. Una povertà che è palpabile. Che si respira.

Questo lavoro fotografico trova la sua identità in polaroid on the road. I protagonisti sono gli ultimi e ho voluto rappresentarli sempre con un elemento di disturbo nell’ immagine. Un “Qualcosa che non li fa uscire”, mentre un qualcosa che non si può prendere e non si può conquistare è
rappresentato dalle ville che sono vagamente visibili e inarrivabili perché bloccate da una vegetazione che fa da filtro.

Cuba è uno stato che rinchiude dentro a dei confini sia il ricco che il povero.

Non esiste via di mezzo. Solo Fronteras.