Archivi del mese: gennaio 2014

“NON FA NOTIZIA”

Un’ alluvione che coinvolge la bassa modenese per 80 km/q non si deve
ignorare.
Luca e il suo vivaio sono l’ago nel pagliaio in quest’ ennesima tragedia che
coinvolge questa terra martoriata.
Il terremoto è ancora vivo e adesso l’acqua distrugge ciò che stava per
rinascere dopo il Maggio 2012.
é emergenza, la gente è stremata.. Luca, come tutti, guarda la sua terra, il
suo lavoro, si rimbocca le maniche, perchè questa gente non si piange addosso,
però questa gente è stanca molto stanca di promesse non mantenute, questa gente
con la scusa di essere EMILIANA non può essere abbandonata.
Questa gente appartiene a uno stato che si sta facendo di nebbia… questa
gente è al limite, sempre più spesso sui giornali locali si legge di piccoli
imprenditori suicidati.
Questo è il colpo di grazia.
In questa terra ricca di sorrisi, allegria e buon cibo si respira amarezza.
Questo territorio sta chiedendo di parlare di lui di quello che sta
succedendo… l’informazione non c’è…basta andare a Bologna o Ferrara e sono
tutti ignari dell’accaduto…

Carolina Paltrinieri

Child Labor

Mentre correvo tra le zolle di terra per rubare questo scatto pensavo…com’è giovane… potrebbe essere un mio fratello minore..

L’agricoltura rappresenta oltre il 70% del lavoro minorile in tutto il mondo.
Oltre 132 milioni di bambini e bambine sotto i 15 anni lavorano nei campi e nelle piantagioni, utilizzando attrezzi, seminando e raccogliendo le messi, accudendo il bestiame, spruzzando sulle piante – e conseguentemente inalando – pesticidi.Il numero di bambini che lavorano nell’agricoltura è quasi dieci volte superiore a quelli che lavorano nelle fabbriche, nell’industria tessile, nella manifattura dei tappeti o dei palloni da calcio.

“ Kan ya ma kan..”

“ Kan ya ma kan..” (c’era una volta…)… è la frase più ripetuta a Jemaa el Fna, la piazza più famosa del Maghreb è il cuore pulsante della città di Marrakech.
Jemaa el Fna è una fontana d’arte, è dramma, poesia, invenzione, canto, magia. Chi si reca a Jemaa el Fna lascia i propri problemi e entra in un altro mondo dalla cultura misteriosa.
Jemaa el Fna è un proscenio a cielo aperto dove ogni giorno va in scena la vita, la storia e la cultura di un popolo.